Archivio della categoria: Notizie

Misano Classic Weekend: visita all’officina Bimota

Chi si aspettava di rivivere in un fine settimana, un sogno che dura da 40 anni non è rimasto deluso! Venerdì 18 ottobre, è partita sul Misano World Circuit “Marco Simoncelli” la kermesse dedicata alle moto che hanno fatto storia, in pista e su strada. Partendo dal paddock per un mini giro in moto sugli affascinanti tornanti dell’entroterra romagnolo, un nutrito gruppo di appassionati ha fatto tappa alla Bimota, la storica casa motociclistica riminese, e ha avuto l’opportunità straordinaria di visitare il luogo dove nascono i pregiati gioielli artigianali su due ruote.

All’interno di Bimota già si erano dati appuntamento i più affezionati ammiratori per sognare davanti ai nuovi modelli esposti: tra foto ai particolari della meccanica, e racconti dei tempi d’oro direttamente dalla voce degli amici che li hanno vissuti, il pomeriggio è diventato un vero e proprio tour in una specie di paese dei balocchi.

Dopo avere conosciuto i nuovi responsabili del marchio, Marco Chiancianesi e Daniele Longoni, rispettivamente presidente e vicepresidente di Bimota s.a., che da veri appassionati di moto si sono tuffati in maniera del tutto informale e amichevole tra gli altri ospiti, Andrea Bertelegni, responsabile eventi e marketing Bimota, ha accompagnato i curiosi alla scoperta dei vari reparti dell’officina di montaggio. Continua a leggere

Marco Chiancianesi: l’uomo e le sue sfide

Una vita vissuta intensamente è quella che oltre a fronteggiare gli impegni e i problemi quotidiani, lancia a sé stessa sempre nuove sfide. Ogni sfida ci mette alla prova, ci dà la reale misura della nostra persona, della nostra determinazione, e soprattutto ci mantiene vivi e pronti a stupirci dei risultati che possiamo raggiungere.

In queste poche parole possiamo riassumere il pensiero pratico di Marco Chiancianesi, che senza distogliere l’impegno e l’attenzione necessari a portare avanti con successo la sua attività di manager e costruttore, si immerge anima e corpo in numerosi sport che richiedono tempo e dedizione, continui allenamenti fisici e specifici per lo sforzo da sostenere. Chiancianesi ha impostato la sua vita e le sue giornate al fine di trovare il tempo di allenarsi quotidianamente, per attribuire un valore aggiunto alla massima latina “mens sana in corpore sano”. Dapprima la passione non solo italica del gioco del calcio, che lo coinvolge attivamente quando si cimenta da vero leader e trascinatore dei compagni di squadra; successivamente coinvolto dalla passione di sport di maggiore impatto e che richiedono grandissime risorse psicofisiche, come l’ironman 70.3 e il motociclismo. Continua a leggere

Aiuto e soccorso dove necessario

Ciò che lo spinge a dedicare una consistente parte del suo tempo libero all’aiuto, è innanzitutto un’innata sensibilità, una sorta di istinto, come lui stesso spiega, in base al quale “non si può avvertire la sofferenza altrui senza fare qualcosa a riguardo”.
Aiutare, dice Marco Chiancianesi, è la cosa più bella e spontanea che ci sia e il “saper ascoltare”, in tutte le sue accezioni, ne è parte integrante. Questa stessa sensibilità si può riflettere nel prendersi cura di un figlio, di un amico, di un collega, così come di un’intera popolazione, che sta vivendo un momento estremamente difficile.

A questo proposito, tra i progetti di cui Marco è maggiormente orgoglioso, c’è quello che lo ha portato ad Haiti, messa in ginocchio dal devastante terremoto del 2010. Marco organizza vari eventi, in Italia e in Europa, riuscendo a raccogliere una cifra importante, da devolvere agli abitanti. Insieme alla sua famiglia e ad alcuni amici, va sull’isola, per constatare, con i suoi occhi, la situazione e vedere come questi fondi verranno effettivamente utilizzati. Marco non si limita ad assistere. Mette a disposizione la sua professionalità per costruire un campo destinato agli orfani. Sono oltre cento i piccoli haitiani che lui e il suo gruppo riescono ad aiutare, grazie alla costruzione di un vero e proprio villaggio attrezzato con tende, servizi igienici, elettricità e cucine. Qui i bambini, nonostante il caos che regna sull’isola, possono trovare rifugio in assoluta sicurezza, riuscendo anche a studiare, grazie alla presenza di alcuni maestri. Continua a leggere